Lavorare con la prima infanzia: gestione e riconoscimento degli aspetti clinici in età evolutiva

 

Durata: 18 ore
Sede d’aula: Consorzio Friuli Formazione, Largo Carlo Melzi, n.2 - Udine
Quota di partecipazione: 135,00 € 
Attestato rilasciato: a coloro che avranno frequentato almeno il 70% delle ore del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Destinatari

Il corso è rivolto a tutte le figure che operano nell'ambito della prima infanzia (pediatri, logopedisti, psicomotricisti ed educatori).

Obiettivi del corsoElementi web consultorio cff - infanzia2

Mettere in connessione le principali figure che operano nella prima infanzia, al fine di favorire la nascita di una rete capace di rispondere alle necessità del bambino e definire un contesto nel quale poter condividere informazioni relative al bambino stesso ed al suo sviluppo tipico e atipico. Le difficoltà dello sviluppo armonico nei bambini sono infatti in costante aumento e si rende sempre più necessario offrire loro la possibilità di entrare in relazione con figure capaci di cogliere i segnali di disagio.

Programma

Sabato 27 gennaio 2018 dalle 9 alle 12

Aspetti temperamentali del bambino e loro influenza sulla relazione adulto-bambino, Lorenzo Rizzi

La lezione affronterà il tema dei fattori genetici ed ereditari che fin dalla nascita influenzano il rapporto genitore-bambino, permettendo un buon adattamento reciproco o viceversa favorendo l'insorgere o l'acuirsi di difficoltà relazionali. Riuscire a riconoscere questi aspetti può aiutare genitori e caregiver ad entrare in relazione in modo diverso con questi bambini e con i loro bisogni affettivi. Sarà favorito un confronto tra i partecipanti alla lezione attraverso una discussione sugli aspetti del loro lavoro con bambini.

 

Venerdì 2 febbraio 2018 dalle 17 alle 20

Stile di Attaccamento e manifestazioni sintomatiche: aspetti di connessione e loro interpretazione, Chiara Bertossi

A partire dalla definizione teorica di attaccamento si approfondiranno le ultime ricerche scientifiche nel settore sottolineando le condizioni che producono i diversi stili di attaccamento e le manifestazioni di attaccamento primario e secondario riscontrabili al nido e alla scuola dell'infanzia. Si prenderanno in considerazione le modalità educative che possono essere adottate in funzione dell'attaccamento manifestato basandosi sul bisogno dei bambino.

 

Sabato 10 febbraio 2018 dalle 9 alle 12

Segnali di disagio nel bambino, Marcella Romano

Scopo della lezione è quello di evidenziare come molti problemi di carattere emotivo, relazionale e comportamentale che insorgono nella prima e seconda infanzia possono essere compresi e trattati già a partire da una serie di segnali che non sempre risultano così evidenti, favorendo una presa in carico precoce. Durante la lezione sarà utilizzato materiale clinico tratto dall'esperienza di lavoro psicoterapico con bambini di diverse età, allo scopo di favorire la discussione e il confronto tra i partecipanti.

 

Venerdì 16 febbraio 2018 dalle 17 alle 20

Ritardo di acquisizione nelle tappe dello sviluppo, Marcella Romano

La lezione prenderà in considerazione il tema dei ritardi dello sviluppo: quando un ritardo rientra all'interno di uno sviluppo normale e quando è invece da considerarsi un segnale d'allarme? Per approfondire gli argomenti dell'intervento verranno utilizzati filmati tratti dall'esperienza clinica con bambini di diverse età.

 

Sabato 24 febbraio 2018 dalle 9 alle 12

Disturbi della regolazione ed evoluzione, Luciano Rizzi

Scopo della lezione è approfondire il tema dei disturbi della regolazione, ponendo attenzione agli aspetti relazionali che influenzano eventuali ritardi o difficoltà nella capacità della diade caregiver - bambino nel la regolazione dei processi fisiologici, affettivi, motori e sensoriali. Durante la lezione sarà lasciato spazio alla discussione libera e al confronto tra i partecipanti.

 

Venerdì 9 marzo 2018 dalle 17 alle 20

Oltre la diagnosi: lavorare sulle risorse del bambino, Eleonora Mattiacci


Scopo della lezione è quello di favorire la nascita di una riflessione sulle possibilità di intervento in ambito educativo e sanitario in caso di lavoro con bambino sintomatico. Si intende favorire dunque la nascita di un pensiero sistemico sul bambino e su quelli che sono i messaggi che il bambino rivolge alle figure adulte attraverso il sintomo, al fine di connettere aspetti relazionali ed organici ed offrire al bambino la possibilità di sperimentare se stesso al di la della diagnosi.

 

L'acquisto del corso darà diritto alla partecipazione gratuita al convegno "ll bambino che siamo: come le prime esperienze relazionali influenzano il nostro modo di essere l'adulto di oggi" che si terrà a primavera 2018.

 

Docenti

LORENZO RIZZI

Psicologo, laureato all'Università degli Studi di Padova nel 2011, dal 2014 associato al Consultorio Familiare Udinese Onlus. Dal 2015 svolge attività di psicologo libero professionista occupandosi di consulenza e ascolto psicologico, oltre che di progettazione. Attualmente è specializzando in psicoterapia, al IV anno della Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica dell'Associazione per lo Sviluppo della Psicoterapia Psicoanalitica di Ravenna.

 

CHIARA BERTOSSI

Laureata in Psicologia dello sviluppo presso l'Università di Trieste, ha approfondito le tematiche relative all'infanzia e alle competenze genitoriali attraverso un Master in studi multidisciplinari sullo sviluppo cognitivo e psicorelazionale del bambino, alcuni corsi relativi allo sviluppo normale e alla psicopatologia nell'età evolutiva e grazie alle esperienze di collaborazione presso il Consultorio Familiare Udinese Onlus. Attualmente si sta specializzando in Psicoterapia Psicoanalitica per l'Infanzia e l'Adolescenza ed è impegnata lavorativamente in ambito educativo.

 

MARCELLA ROMANO

Psicologa e psicoterapeuta, ha svolto attività di volontariato presso il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell'Adolescenza dell'I.M.F.R. - A.s.s. n 4 Medio Friuli; come libera professionista si occupa di processo psicodiagnostico, consulenza, psicoterapia e consulenze Tecniche di Parte (CTP) in ambito giuridico. Presso il Consultorio Familiare si occupa di area materno infantile di attività di ambulatorio: percorsi psicodiagnostici, consulenza, psicoterapia coppia madre bambino, sostegno genitoriale; attività di coordinamento e consulenza per progetto adolescenza; attività di supervisione, coordinamento e consulenza progetto Casa dei Piccoli rivolto alla relazione madre bambino dai 0 ai 3 anni.

 

LUCIANO RIZZI

Psicoterapeuta, nel 1978 fonda il Consultorio Familiare Udinese – Centro Psicoterapico Regionale del quale ricopre la carica di Presidente e nel quale svolge tutt'ora attività di consulenza. E' socio fondatore dell'Associazione per lo Sviluppo della Psicoterapia Psicoanalitica di Ravenna e docente, per quanto riguarda gli insegnamenti di base, della Scuola di Formazione Psicoanalitica riconosciuta dal MIUR e gestita dalla medesima Associazione. Si dedica all'attività del Consultorio dandogli un'impostazione che persegue fini di solidarietà e nuovi servizi volti a fornire una maggior protezione alle fasce sociali più esposte, con un'attenzione all'ascolto che deriva dalla sua lunga esperienza psicoanalitica. Nel 2012 il Consultorio Familiare Udinese ha ottenuto la denominazione di Onlus e nel 2013 ne è stata disposta l'iscrizione al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale.

 

ELEONORA MATTIACCI

Psicologa e psicoterapeuta, nel 2015 ha conseguito il Master in Tecniche di Rilassamento e Psicoterapiche Integrate. E' educatrice presso un nido d'infanzia di Udine e come libera professionista si occupa di psicoterapia familiare, di coppia ed individuale ad indirizzo Sistemico Relazionale. E' inoltre psicoterapeuta EMDR. Presso il Consultorio Familiare si occupa di psicoterapia area adulti e adolescenti, del Progetto Famiglia (fascia 0 - 3 anni) e di psicoterapia familiare.

 

Iscrizioni

Le iscrizioni possono essere effettuate online, oppure contattando il CFF (0432/276400, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o il Consultorio Familiare Udinese (0432 509248, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).
I corsi sono rivolti ad un minimo di 16 e ad un massimo di 22 partecipanti. In caso di esaurimento dei posti disponibili sarà attiva una lista d'attesa.

II pagamento del corso, previa registrazione online, potrà sarà effettuato:

  • online con CARTA di CREDITO (circuiti VISA, MASTERCARD o account Paypal)
  • in CONTANTI presso gli uffici del CFF,
  • con ASSEGNO Bancario intestato a Consorzio Friuli Formazione,
  • tramite BONIFICO BANCARIO a favore di Consorzio Friuli Formazione/IBAN Banca Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, IT66 W063 4012 3000 7404 4145 84H indicando nella causale il titolo del corso.

L'iscrizione sarà ritenuta effettiva solo al momento dell'avvenuto pagamento della quota spettante.

 

BROCHURE DEI CORSI 

 

Per informazioni:

Consorzio Friuli Formazione

Largo Carlo Melzi, 2 - 33100 Udine

Tel. 0432/276400; Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.friuliformazione.it

 

Consultorio Familiare Udinese Onlus

Viale XXIII Marzo 1848, 44 - 33100 Udine

Tel. 0432/509248 Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.consultorioudinese.it

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn